Onnis e la letteratura nazionale

Omar Onnis ha scritto una delle cose più interessanti che abbia mai letto sulla questione dell’identità sarda:

http://www.coronadelogu.com/2010/04/19/la-letteratura-sarda-come-letteratura-nazionale/

Finalmente un’approccio razionale a una questione che in effetti non è nient’altro che un’insieme di sentimenti-a volte nobili e a volte no-e in quanto tali, molto difficili da esprimere in modo condivisibile da altri.

L’intervento di Onnis, si può riassumere nella frase seguente: “In definitiva, tornando al tema principale, l’esistenza di un bilinguismo, sia pure imperfetto, non contraddice affatto la natura prettamente nazionale della letteratura sarda. Tutt’altro. Sollecita caso mai altre considerazioni e attiene ad un discorso diverso, ulteriore e tutto interno al suo ambito.”

Da linguista, ovviamente, non posso essere d’accordo con Onnis.

Non è tanto la conclusione che non mi trova d’accordo, quanto il modo stesso di impostare la questione: letteratura nazionale? Benissimo, ma cosa sarebbe mai la “nazione”?

Rimando a quello che ho scritto in un’altra occasione:

https://bolognesu.wordpress.com/cosas-de-curtura-sarda/nazione/

Alla fine della discussione su Facebook sulla mia nota di allora, mi sono ritrovato d’accordo con la definizione di ZF Pintore: Semus natzione. Bastante de nde tènnere gana e cussèntzia.

In effetti questa definizione metafisica di ZF coincide con quella che Marx ha-involontariamente-dato della classe operaia: la nazione come luogo della mente, cioè, la nazione come entità politica e culturale e non come entità naturale. Questa definizione che condivido, va però integrata dalla seguente annotazione che ha fatto Alessandro Mongili: “Su problema no est su de si sentire Sardu/a pro un’indivìduu, ma sù de si sentire Sardos che unu pòpulu intreu. Creo ca su pòpulu sardu esistit craramente in sa cossèntzia de sa magioridade de sa gente sarda, e prus ancora in sos ogros chi nos abaidant de in foras. Sù chi ancora no esistit in sa mirada agena e in sa cossèntzia nostra, est sa Natzione sarda. Pro mene est una chistione de autocossèntzia ebia. Su de èssere Sardos corrispondet e at corrispostu a a su mancu duamigia maneras diversas de lu èssere in logos e tempos diversos.”

Semus NATZIONE si lu cherimus impari.

Ma allora la questione di quale lingua usare nella letteratura “nazionale” sarda diventa anche questa una questione de nde tènnere gana e cussèntzia.

In Sardegna, come in qualunque altra terra, lingua e nazione (come appena definita o anche secondo qualsiasi altra definizione) non coincidono. Lasciando provvisoriamente da una parte la questione fondamentale delle altre lingue presenti in Sardegna, sappiamo che una minoranza dei Sardi conosce soltanto l´italiano e moltissimi Sardi (la maggioranza?) non è abituata a leggere il sardo.

Tutto questo, come ricorda Onnis, è frutto della situazione di diglossia esistente in Sardegna.

Per affrontare la questione della lingua nella letteratura “nazionale” puo servire allora il modello della situazione linguistica in Sardegna che ho proposto diverse volte.

Sardu             Sardo italianizzato          IRS                Italiano

In Sardegna-cioè nella mente dei Sardi-esiste un continuum che va dal sardo (locale) all’italiano letterario e che costituisce il repertorio linguistico dal quale uno scrittore sardo può attingere.

Secondo Onnis, l’uso di tutto il repertorio porterebbe alla produzione di “letteratura nazionale” sarda.

E se fosse vero che la nazione è un’entità naturale, Onnis avrebbe anche  ragione.

Ma la nazione-come l’identità-è un costrutto (labai ca seu citendi a Prof. Paulis!) e allora se vogliamo definire la letteratura nazionale dei Sardi possiamo e dobbiamo tracciare un confine arbitrario-cioè cosciente e quindi politico-tra ciò che ne fa parte e ciò che ne resta fuori.

Ovviamente, visto che sappiamo tutti come la penso, lascio agli altri la parola e chiudo con un aneddoto (mi praxent tropu!).

Una borta Cheratzu m’at tzerriadu ca bolíat una definitzione non-negativa de “literadura sarda”.

Bolíat una definitzione linguistica pro poder ponner impari trabballos in sardu, in gaddureseu e in tataresu, ma chentza de narrer ca fit trabballu chi non fit scritu in italianu.

Dd’apo nadu: “Non faxet!”.

Sa kistione de sa literadura natzionale non est kistione literaria-ita spantu!-est kistione politica.

One Comment to “Onnis e la letteratura nazionale”

  1. Gratzias pro su cunsideru, Robertu.

    As resone, in su testu meu non bi s’acatat una definitzione de “natzione”.

    Però – ispero chi mi credas – no est un’ismentigantzia, nen un’isballu.

    Fiat unu modu pro nche fagher bogare a fora sa conca a sos intelletuales nostros (si bi nd’at calicunu galu bivu a ziru).

    Deo penso chi sa natzione non siat unu “costruttu” naturale. Bi diat mancare puru! Apo una formatzione istorica e politica, e zuridica puru: mi ponent a timere a beru sos chi faeddant de natzionalidades che a fatos naturales! E a s’ispissu nde faghent motivu de odiu, de etnotzentrismu, de egoismu.

    Naradu custu, cun totu sa craridade chi est pretzisu ponner in custu arrejonu, naro chi so de acordu puru supra s’atera cosa chi naras. Est chistione politica, no literaria.
    Fotzis est pro custu chi a nemos piaghet de nde faeddare.

    Tando, comente podes bidere, semus de acordu supra totu.

    B’at de si ponner carchi pistichinzu, fortzis…

    Brullas a una banda, mi diat esser piaghidu chi s’arrejonu aeret pesadu un’acraramentu, unu cunfrontu.

    No apo sa beridade in buzaca. Nemos la tenet. Peroe de cunfrontos nd’amus bisonzu meda in Sardigna.
    Chene nos cuare e chene timoria de sos efetos chi podent essire a campu.

    Isco chi tue de custa timoria non nde sufris. Est una birtude, a parrer meu.

    Adiosu!

    Omar Onnis

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: