Concas de chibudda

 

Ma c’è qualcuno in grado di fornire una qualche spiegazione razionale per la pretesa dell’università di Sassari di farsi finanziare le sue attività antisarde con i quattrini destinati ai corsi di lingua e cultura sarde?

E questi “patrioti italiani” che così poco hanno da essere fieri di ciò che sono, perché non lasciano a noi il nostro diritto di essere FIERI DI NON ESSERE ITALIANI!

Siamo fieri di non far parte di questo popolame di ladri, bugiardi e truffatori.

Italiani di Sassari e dintorni, leggetevi quello che dice di voi Giorgio Bocca, uno che non ha più nulla da perdere: Articolo Bocca

6 Comments to “Concas de chibudda”

  1. chi siat una cadaleta de “sindrome de istocolma”?

  2. che c’entra la polemica con l’università di Sassari con l’idea di “essere fieri di non sentirsi italiani” perchè gli italiani votano Berlusconi? a parte il fatto che anche i sardi votano il Berlusca a man bassa, trasformare la questione linguistica in Sardegna in questione nazionale, anzi, peggio, nazionalista, è il modo più veloce di affossare definitivamente il sardo.
    Cerchiamo di venirci incontro reciprocamente invece di farci la guerra civile!!!
    Una piccola provocazione: se l’ostilità dei professoroni sassaresi dipendesse dal fatto che Sassari ……. non è tradizionalmente sardofona? e vedesse nell’unificazione del sardo in una lingua tetto una minaccia alla propria identità linguistica non sarda??
    proviamo a riflettere….

  3. La questione della lingua è strettamente collegata a quella dell’identità. Io sono felicissimo di essermi liberato dell’infarinatura di italianità che avevo ricevuto dalla scuola e dalla TV. E l’identità italiana è quella dipinta da Bocca, che poi è quella che si vede dall’estero. Ma il tuo contributo merita una risposta più estesa. A luegos

  4. Non esiste città in italia più italiana di sassari; per toponomastica viaria filo sabauda e filo romana non ha confronti in italia. E poi i presidenti della repubblica sardo/sassaresi/italiani e la prosopopea sardo/patriottica italiana e militaresca.Berlusconi e Bocca c’entrano poco: l’uno vale l’altro purchè funzionali al potere italiano o sardo/italiano che dir si voglia e ai
    finanziamenti, compresi soprattutto quelli dirottati,aggiungo, dalla LSC di Bolognesi e dalla scrittura nuragica di Sanna.

  5. Dear Jonny . Si vivi in chistu pianeta e no ì la luna, Sassari – a giudicà da comu vota – è la ziddai di mancu “berlusconi-oriented ” e più ( 66% left) “soru oriented” (in ingresu, ossia chi ti venghja la magnazzona a curu a intindì parauli in italianu) di tutta la Saldhigna. Ah vabbè chi pai te parthigiani comu Bocca e Berlusconi so tutti la matessi cosa. Bravu! Zelthu mi sei punendi un beddu probrema : se è megliu assè Rome-oriented o Cagliari oriented. Lu zentralismu di Cagliari mi pari peggiu, più maru e, pà noi, più affamadori di chissu italianu (strong powers, lots of aprons) . Ma chissi si n’affuttini l’impushanti è impunì una linga chi sia sobbratuttu la di eddi, cussì zi faràni curruddi e affushtiggaddi. Ma a me mi pari (senza offesa a gà è in bona fedi) chi a calchi nazionalistha lu chi l’intaressa siani li dinà di la leggi innantu a la linga e di la Saldhigna (chissa chi no fini a Serrenti) no l’innafutti un ciggioni. Sassaresi militarist? Di li dui l’una : o l’odiu chi dimosthri pà noi ti fazzi piglià frusci di trenu pà troddi d’ainu, oppuru hai visthu chalchi film di gherra cun la ghestapo ( mh… tu mi pari tiri da chissa palthi) . Mih chi li SS chi v’aviani i’ li mustrini non v’entrani un ca… cun la nostra sigla di pruvinzia. A giudicà da comu rasgioni mi pari pussibiri più la sigunda, sarai fanattigu ma no mi pari maru. Ma cosa t’ani fattu li sassaresi? N’hai mai cunnisciddi? O no è chi hai cunnisciddu calchi sassaresa chi ti z’ha mandaddu affancuru? Dear Jonny vi semu passaddi tutti, cu lu tempu s’acconza . Ti lu dizzi un zittadinu di lu mondu, sassaresu, saldhu, italianu e puru althru (in lu meu ordini d’impurtanzia). In dugna modu la toponymy di Sassari si ti pò fa piazeri la sò ciambendi tutta in LSC, cussì candu devu agattà una carrera o un loggu in campagna mi ciamu lu traduttori. Si ti voi accumudà, gratis parò, li dinà si li sò già magnaddi chissi chi ani fattu la traduzioni pa lu guveinnu e ani frabbiggaddu li calhti e li calhtelli. Pa finì, eu soggu educaddu, ma Savoy-oriented lu dì a to suredda. L’innu di li Savoy’s no era zelthu in sassaresu.

    • Non isco cun kie la tenes, o Impicababu, ma si la tenes cun a mie est totu beruj (“O no è chi hai cunnisciddu calchi sassaresa chi ti z’ha mandaddu affancuru?”). Si non fit pro cudda Tataresa bedda chi m’at nadu ca nono, deo fia totu Tatari e Ziminu!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: