La qualità letteraria secondo Riccardo Spiga

La portata dei pregiudizi di Riccardo Spiga è tale da impedirgli perfino di andare a verificare le affermazioni che inserisce in una pubblicazione che vorrebbe essere considerata scientifica.

La sua ricerca Spiga l’ha effettuata scorrendo “i cataloghi delle vivaci e piccole case editrici che hanno una produzione quasi esclusivamente dedicata a temi isolani”: come fa allora a sapere che gli scrittori in sardo sono “minori” rispetto a quelli in italiano?  “I libri in lingua locale sembrano perciò relativamente pochi, con scarse tirature e non destinati ad un pubblico vasto.”

Questa perla, in cui Spiga chiaramente mostra di confondere la qualità di un testo letterario con il suo potenziale commerciale, tradisce in effetti le motivazioni nascoste di tanti intellettuali sardi che ricorrono all’italiano per scrivere: chi scrive in sardo non avrà mai un successo commerciale.

2 Comments to “La qualità letteraria secondo Riccardo Spiga”

  1. La foto è splendida, e ormai è da riconoscere il tuo talento nella scelta delle poesie e nella scelta degli scenari. Condivido quanto dici su Spiga.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: