Calvisi: scambio con lo stato italiano o semplice servilismo?

Come ha detto Andreotti, che di Male se ne intende: “A pensar male…”

Il nostro Calvisi, On. Giulio, oggi è in brodo di giuggiole: Ecco i milioni della vertenza entrate. Calvisi (Pd): “Arrivano 1393 milioni di euro: Monti batte Berlusconi, Capellacci in fuorigioco”

Merito suo, se il governo Monti ha concesso ai Sardi un’elemonina pari a circa un decimo di quanto gli Italiani ci devono?

Chissà?

Calvisi sarebbe stato ricompensato per i suoi due piccioni con una fava: discriminare i Sinti e i Rom e anche le altre minoranze linguistiche non tutelate da accordi internazionali stipulati dopo la sconfitta esterna del fascismo.

La sconfitta, appunto, esterna: perché il fascismo culturale in Italia non è mai stato sconfitto.

Allora: nel giro di due giorni, vediamo che Calvisi blocca l’applicazione della Carta Europea delle lingue regionali e minoritarie–con il pretesto dei soldi in più da spendere per i Rom e i Sinti–ma di fatto bloccando l’applicazione della Carta per la Sardegna, per il Friuli e per le altre minoranze non protette da potenze militari (Scarica il PDF ).

A Tramatza si tiene la consulta rivoluzionaria sarda (Fondazione Sardinia

Oggi, Calvisi annuncia gongolante l’elemosina di Monti ai Sardi.
Basterà la vagonata di quattrini a calmare i rivoluzionari?
Non proprio.
Elemosina.
Oddío, elemosina?
Monti ci deve qualcosa come 10 miliardi di euro.
Siamo noi che facciamo l’elemosina al ricchissimo professor Sanguisuga e ai suoi sudditi.
E Calvisi, On. Giulio, gongola.
Come non gli è passato per la mente di esigere che i diritti linguistici dei Sardi venissero rispettati, non ci pensa proprio a reclamare la restituzione dell’intero malloppo da parte del vampiro bocconiano.
Ma basterà questa cifra a calmare la disperazione dei Sardi e a far rieleggere il divo Giulio?
Tutto è possibile, ma ne dubito.

Calvisi Giulio, onorevole, dovrebbe stare più attento con i suoi trionfalismi: in fondo Monti non ha fatto altro che rispettare la diffida che Cappellacci gli ha mandato…in sardo!

A denti stretti, bisogna ammettere che il merito di questa elemosina è di Ugo!
Insomma: a pensar male si commette peccato e non sempre ci si azzecca.
No, non credo che ci sia stato uno scambio tra lo stato italiano e l’On. Calvisi.
La sua ostilità verso le lingue minoritarie e la sua devozione per Monti sono sincere.
Calvisi Giulio, onorevole, è semplicemente un talento naturale.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: