Ma perché, anziché gorgheggiarnela, la sociolinguistica della Sardegna, Gianluca Floris non se la studia?

005

Visto che ho trovato un nuovo passatempo fino a domenica, continuo ancora un po’ con Gianluca Floris.

Sul suo blog (http://costruiresumacerie.org/) possiamo trovare due attacchi furibondi all’ordine del giorno (lo trovate qui: Candu si movit Casteddu)  presentato da 5 consiglieri del comune di Cagliari, con la proposta di premiare i sardoparlanti nel punteggio per i concorsi al Comune.

Floris ne ha gorgheggiato un po’ di sciollorius e di insulti ferocissimi, mostrando di non sapere di cosa stesse gorgheggiandone.

Lo invito allora–tanto gli arriva il ping back–a leggersi quel poco che esiste sulla sociolinguistica dell Sardegna.

Oi seu de coru bonu e gli fornisco perfino i link!

L’italiano Regionale di Sardegna, di Ines Loi Corvetto, Zanichelli, Bologna, 1983;

La lingua sarda (atti del II convengno del GLS, Quartu 1997)

Sardegna fra tante lingue

chirca sotziulinguistica http://www.sardegnacultura.it/documenti/7_88_20070514130939.pdf

Per il mio prossimo libro: Le identità linguistiche dei Sardi, dovrà attendere la fine dell’anno.

Ecco, legga, oppure torni a cantarne Leoncavallo.

3 Comments to “Ma perché, anziché gorgheggiarnela, la sociolinguistica della Sardegna, Gianluca Floris non se la studia?”

  1. Grande, Roberto

  2. Sciollorius? No: unu muntone de machighines e de tontesas… e mi frimmo!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: