Muroni e il diritto naturale a sparare cazzate

081

Cazzata n.1): “Sembriamo vivere in un’epoca in cui in nome di sempre nuovi “diritti” ne vengono cancellati di antichi come il mondo stesso. Tra questi, oltre al diritto alla vita, vi è quello di ogni essere umano ad avere un padre ed una madre. Diritto naturale, cioè iscritto nella natura stessa dell’uomo e della donna.”

Cioè: tutti abbiamo il diritto di non essere figli di madre vedova o comunque orfani e neppure figli di divorziati. È perciò severamente probito morire o divorziare prima della morte dei propri figli.

Per quanto riguarda il diritto alla vita, non mi è chiaro se Muroni voglia semplicemente reintrodurre l’aborto clandestino.

Cazzata n. 2): “Accade perché il relativismo culturale e materiale ha preso il sopravvento rispetto non solo alla tradizione religiosa ma alla stessa legge naturale.”

Di quale legge naturale sta parlando Muroni? La legge di gravità?  O tutte le migliaia di leggi e limiti naturali che tutti noi violiamo ogni giorno grazie alla tecnologia, compresa la possibiltà di far leggere le nostre cazzate a un pubblico vasto, standocene seduti dietro alla nostra scrivania? Mistero…

Cazzata n. 3, colossale): “Dove per natura si intende non solo il primigenio istinto ma le tendenze valoriali della grande maggioranza della popolazione.”

O Muro’, se mi parli di tendenze valoriali, mi viene da pensare a Bice Valori, la moglie di Paolo Panelli: http://www.youtube.com/watch?v=NSltsOhjZ28

mentre se mi parli di istinto primigenio penso a Caino e Abele, o ai pitecantropi, ai quali sono stato paragonato anche io.

Quanto alla maggior parte della popolazione, mai sentito parlare dei diritti delle minoranze? Come li accogli questi diritti nel linguaggio legale-amministrativo? Ah, non avevi capito? Pensavi che tuo figlio ti dovesse nchiamare genitore 1. Beh, adesso lo sai.

Cazzata n. 4): “Perché, in buona sostanza, per assecondare un vuoto sentimento di liberalismo dovremmo cambiare una società fondata sulla famiglia tradizionale?”

Perché la società è già cambiata, o fro’! Si tratta soltanto di prenderne atto. Coppie di fatto, coppie omosessuali, genitori single: dove vivi, in Sardegna?

Cazzata n. 5, monumentale):” L’incredibile proposta di spersonalizzare le figure paterna e materna, istituendo le spaziali figure del genitore 1 e genitore 2 (ma poi chi fa l’1 e chi fa il 2?) è il culmine di un processo culturale, prima che politico, che scaturisce dalla convinzione, anche storicamente infondata, secondo cui il sistema sociale altro non sarebbe che una fortuita combinazione di elementi, tra cui la famiglia, del tutto convenzionali e dunque privi di valore intrinseco.”

Ci provi qualcun’altro a spiegarglielo!

Cazzata 6): “I frutti di questa tendenza relativista emergono con forza quando, come accade oggi, le stesse istituzioni democratiche – costitutivamente preposte alla tutela del bene comune – contraddicono la propria ragion d’essere piegandosi alla promozione di interessi particolari. ”

Muroni non ha mai sentito parlare di principi, evidentemente. Nel passato, in nome del bene comune, si sacrificavano perfino i bambini agli dei. Ecco, Muroni, oggi queste cose non le facciamo più!

Cazzata n . 7) “Qua non si tratta più di sposare un credo religioso, come si vuole far credere da parte di alcuni, ma di forzare la mano alla natura stessa, che prevede che ogni uomo nasca dal rapporto tra un uomo e una donna, e dalla “singamia” (cioè “matrimonio”) tra un ovulo femminile e uno spermatozoo maschile.”

Non mi risulta che qualcuno abbia mai proposto di far nascere i bambini per talea.

Cazzata .8, immortale) “Viva la mamma e viva il papà. Ora e sempre.”

Ora e sempre…Ma proprio sempre sempre? http://www.corriere.it/cronache/13_settembre_06/un-angelo-si-occupera-del-piccolo-vitalizio-neonato-picchiato_ee18f314-16b4-11e3-b8be-7779aaf9a586.shtml

http://anthonymuroni.blog.unionesarda.it/2013/09/04/se-il-genitore-2-dei-cretini-e-sempre-incinta/

Purtroppo, o forse per fortuna, il mondo non è così semplice come ce lo propone Anthony Muroni alla vigilia della visita dello sciamano vaticano.

A proposito, io non mi considero più, da almeno vent’anni, un progressista e ho fortissimi dubbi sull’adozione dei bambini da parte di coppie omosessuali.

Non credo assolutamente che il diritto alla maternità venga prima del diritto alla felicità del bambino.

Ma si tratta di cose molto complesse e molto difficili da giudicare.

In ogni caso, io che i miei errori–o esperienze–li ho fatti, non mi sognerei mai di dire agli altri quale sia il modo “giusto” di vivere la propria vita sentimentale.

9 Comments to “Muroni e il diritto naturale a sparare cazzate”

  1. BELLISSIMO POST in risposta al peggior editoriale scritto da muroni direttore.

  2. Per quanto la proposta di usare la parola più generica di “genitore” invece che madre e padre possa essere più equa e considerare in un aspetto a mio avviso non fondamentale le altre categorie che non siano genitori eterosessuali o coppie fatte da uomo e donna, ritengo che questo articolo oltre che particolarmente irrispettoso, non metta a fuoco bene i concetti che lei vuole esprimere. Viene fuori meglio una certa aggressività che un’analisi che possa portare alla riflessione i suoi lettori. Il pezzo sul blog di Muroni può essere anche opinabile, ma sinceramente, di tanta maleducazione è pieno il mondo. E questo è un po’ trieste. Buona serata.

    • Secondo lei dare del cretino a chi non la pensa come lei è da persone educate?

      • Ovviamente no. Però mentre quel titolo, a mio modesto parere, è diretto a un pensiero generale (io sarei fra i cretini poichè sono a favore del genitore 1 e 2) , mi pare francamente un tantino insolente estrapolare delle frasi e etichettarle con la definizione di “cazzata”. Scrivere di un giornalista che forse non sa cosa siano i principi è un’offesa personale. Io non voglio essere paladino di nessuno però, per quanto io possa essere d’accordo con la sua opinione , mi spiace leggere un articolo che assuma questi toni e attacchi in maniera un po’ offensiva uno che fa il suo stesso mestiere e che ha il diritto (come lei stesso ribadisce) di avere un’opinione diversa dalla sua. E anche dalla mia. per riassumere in breve queste righe: la differenza fra lei e Muroni sta nel fatto che mentre lui ha condannato come cretinata questa proposta, lei ha invece apostrofato la persona in maniera poco elegante. Tutto qua. Perdoni davvero la mia franchezza. A me arriva così, e ho deciso di farglielo sapere.

  3. M’agradat molt!

  4. Sì forse è eccessivo parlare di “cazzate” (mi riferisco alla forma: nella sostanza, tali sono!), ma molti passaggi del post sono leggeri, ironici e veramente azzeccati! Uno dei miei preferiti:

    “Ah, non avevi capito? Pensavi che tuo figlio ti dovesse nchiamare genitore 1. Beh, adesso lo sai.”
    🙂

  5. A sas paràulas, mescamente oe in die, onniunu li dat su significadu chi prus l’agradat; sas paràulas però tenent unu significadu intrìnsecu chi nemos lis podet negare e nen cambiare. Su tèrmine italianu “genitore” derivat dae su latinu “genitorem”, formadu dae sa base “gen”, produo e su sufissu “tor” chi ìndicat s’agente; duncas “genitore” est chie produit.
    Su tèrmine italianu “padre” benit dae su latinu “pater”, derivadu dae sa raighina sancrita “pa” chi tenet su cuntzetu de amparare, nudrire; duncas “padre” est su chi amparat, nudrit, èducat.
    A generare b’est bona meda gente, a èssere babbos non totus bi sunt bonos.

  6. Concordo con Scab… l’autore di questo articolo scrive come scrivono e parlano i buzzurri, quelli che per farsi sentire devono per forza insultare chi ha un pensiero diverso e opposto. Per quanto concerne la questione dei genitori 1 e 2 anzichè l adorabile suono di mamma e papà…l analisi del direttore dell unione sarda mi sembra in linea con il pensiero di milioni di persone nel mondo che, difronte al cambiamento della nostra società e cioè coppie di fatto, matrimoni gay, singl etc etc si sentono disorientati e soprattutto cercano di tutelare principi di vita in cui credono, come la famiglia tradizionale, ma anche e piu in generale analizzare e porre un freno al relativismo imperante, senza per questo limitare la libertà dlle persone che nel relativismo vedono un bene primario. Che male c’è ?

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: