Sono un peccatore, non mi pento e della misericordia di Bergoglio non me ne faccio niente

513

Bergoglio può dire quello che vuole alle sue pecore, e personalmente mi è anche simpatico, visto che dice anche cose “de sinistra”, ma vedere questo video mi ha fatto ribrezzo: http://video.repubblica.it/rubriche/repubblica-domani/papa-francesco-la-rivoluzione-del-vangelo/140589/139124?ref=HREC1-3

Un sedicente laico, Ezio Mauro, si è genuflesso davanti al signor Bergoglio, perché il papa argentino ha chiesto misericordia per le donne che si sono pentite di aver abortito.

A parte il fatto che ad abortire, in una coppia veramente legata, sono anche gli uomini–e io, da uomo ho abortito due volte–non vedo di cosa debbano pentirsi le donne–e gli uomini–che abortiscono.

Questi preti, che si autocondannano a una vita contro natura,  si permettono di giudicare chi invece, molto più umilmente, vive secondo natura e di giudicare cose di cui non sanno niente.

Cosa ne sanno di chi ha dovuto praticare l’aborto?

Cosa ne sanno di quello che si prova?

Misericordia?

Quale, quella che riservano ai preti pedosessuali e criminali?

Ma che se la tengano, i preti e il signor Bergoglio.

E Ezio Mauro, con annesso il signor Narciso Scalfari, hanno soltanto dimostrato di essere gli eterni leccaculi italici, proni davanti a un potente.

L’Italia non cambierà mai!

 

3 Comments to “Sono un peccatore, non mi pento e della misericordia di Bergoglio non me ne faccio niente”

  1. appunto, cosa ne sanno? io, dopo 31 anni, lo so!

  2. Il titolo del tuo articolo è l’emblema del peccato originale. E’ il sigillo di satana che ti ha legato e fatto suo.
    Ovviamente a tua insaputa, tu ti credi libero. E’ un classico dei nostri tempi purtroppo.

    Ogni anima esiste grazie a Dio e consapevolmente o meno o è nelle mani della Sua Misericordia o è in quelle della Sua giustizia.

    Per chi non si pente e decide sè stesso come Dio rimane l’inferno eterno.

    Occhio amico. Sei in grave, gravissimo pericolo.

    Svegliati dal sonno stanco della tua anima.

    Anche io sono un peccatore, ma conscio della mia miseria mi rimetto nelle mani di Dio.
    Ti auguro di fare altrettanto e pregherò affinché il prosciutto che stana ti ha cucito davanti agli occhi a tua insaputa cada.

    Si chiama miracolo. E’ il più grande mai esistito. E’ il miracolo della conversione.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: