Il bilinguismo reale di Pigliaru

094

“Cominciamo il domani significa dare centralità alla nostra identità e quindi affrontare il tema della  lingua sarda che non si riflette in sterili slogan e dubbie politiche ma trova coraggio e sostanza nel riconoscimento di un bilinguismo reale in ossequio alla politica dell’UE nei confronti delle lingue regionali in attuazione dell’articolo 22 della carta europea dei diritti fondamentali. in questo contesto la promozione della lingua sarda nelle sue varianti linguistiche non è soltanto una questione di identità, di rispetto della storia e delle tradizioni culturali della sardegna, ma apre prospettive di sviluppo nel campo della scuola, del lavoro e della rappresentanza politica.”

Pagu già est pagu, ma su logu pro bi ponner un’ambiguidade manna ke Monte Marganai, già dd’ant agatadu.

Eus a biri.

3 Comments to “Il bilinguismo reale di Pigliaru”

  1. Cheret nàrrere chi est contra a sa standardizatzione ma pro sos dialetos

  2. A mene mi paret craru meda: est de de resone a Blasco e Mastino e sonende sas campanas a morti pro sos ufìtzios de sa limba🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: