Il naufragio degli accattoni

2264

La parola giusta è, in inglese, beach comber (“pettinaspiaggia”).

Si, quelli che andavano sulle spiagge alla ricerca di relitti utili da riciclare.

Eccoli qua, i beach comber delle università italiane di Sardegna

http://notizie.tiscali.it/regioni/sardegna/articoli/14/06/23/universita-sarde-classifica-sole24ore.html

Agli ultimissimi posti per la ricerca.

Non sono affatto sorpreso, almeno per quanto riguarda la linguistica.

Campano dei relitti dei naufragi culturali che il mare gli porta.

Correva il 1998 ed ero fresco fresco di PhD.

Avevo scritto una tesi di dottorato di oltre 500 pagine, con una descrizione e un’analisi teorica del sistema fonologico del sardo di Sestu: http://books.google.nl/books/about/The_Phonology_of_Campidanian_Sardinian.html?id=_ModAQAAIAAJ&redir_esc=y

L’analisi che ho effettuato era basata sulla Teoria dell’Ottimalità, che allora esisteva da 5 anni: http://en.wikipedia.org/wiki/Optimality_theory

Ho chiesto a quella grande donna, che abbiamo perso troppo presto, Elisa Spanu Nivola, se voleva aiutarmi a presentare il mio libro all’università di Cagliari.

Elisa ha chiesto a Giulio Paulis, ovviamente.

E ovviamente Paulis, prof. Giulio, le ha detto di sì.

Allora Elisa gli ha portato la copia del mio libro che io le avevo regalato.

Paulis ha preso visione del mio lavoro e dopo un giorno o due ha telefonato a Elisa: “Bolognesi è giovane. Meglio aspettare.”

Avevo 45 anni.

Ancora la mia ricerca sul sardo di Sestu non è stata presentata in un’università italiana di Sardegna.

La Teoria dell’Ottimalità non è ancora naufragata.

E , soprattutto, io non sono ancora morto e frollato, prerequisito per essere riconosciuti da questi necrofili.

Spero che passino ancora molti anni prima che il mio lavoro venga riconosciuto dalle università italiane di Sardegna!🙂

 

3 Comments to “Il naufragio degli accattoni”

  1. Deves morrer, issebera😉

  2. Ma quanto si fida dei giornalisti! Tra l’altro è una storia vecchia e anche complicata sulla quale occorre essere meglio informati. Legga perciò anche qui: http://www.roars.it/online/la-classifica-del-sole-24-ore-macerata-e-salerno-al-top-per-la-ricerca-o-no/

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: