E Tagliagambe ci racconta il modo nuovo di guardare al mondo

810

http://www.sardegnaeliberta.it/per-imparare-a-pensare-e-non-solo-a-ripetere-un-nuovo-paradigma-per-la-cultura-del-lavoro-quanti-sono-i-ne-ne-in-sardegna/

L’articolo di Silvano Tagliagambe va letto interamente perché ci cambia davvero il modo di guardare il mondo.

Per me è particolarmente interessante questo passaggio: “Sotto questo aspetto non c’è poi quindi tanta differenza tra la realtà fisica e la natura di un uomo, che non è data dalla sua conformazione fisica interna, ma dalla rete di interazioni personali, familiari e sociali in cui esiste. In quanto “uomini”, noi siamo ciò che gli altri conoscono di noi, ciò che noi stessi conosciamo di noi e ciò che gli altri conoscono di noi. Siamo complessi nodi in una ricchissima rete di reciproche informazioni (223)

Confrontate queste parole, riprese dal libro di  Carlo Rovelli, a cui Tagliagambe fa riferimento, con quello che ho scritto sull’identità linguistica: https://bolognesu.wordpress.com/2014/06/22/i-cavalieri-inesistenti-della-sardita/

Chi non l’ha ancora fatto, si legga allora il mio libro “Le identità linguistiche dei Sardi”.

One Comment to “E Tagliagambe ci racconta il modo nuovo di guardare al mondo”

  1. “On comprend dès lors ce qui fait dire à Bruno Latour que Tarde est un précurseur de la théorie de l’acteur-réseau : maillon d’une chaîne sociale ininterrompue, l’individu trouve sa place dans la société à travers les relations d’influence qu’il tisse avec ses semblables.” http://fr.wikipedia.org/wiki/Gabriel_Tarde
    http://en.wikipedia.org/wiki/Social_network

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: