Le virgole dei sardi e il progetto Eleonora, visti dai milanesi

Io, in genere, non sono orgoglioso di essere sardo.
Mica per altro: mica l’ho scelto io di essere sardo, no?
Siamo quello che siamo, nel bene e nel male.
Per farmi diventare orgoglioso di essere sardo ci vuole un italiano.
Un italiano non molto acuto.
Un italiano non molto acuto e di facili costumi, con tutto il rispetto per sua mamma, come diciamo noi sardi bene educati.
Perché l’orgoglio è un sentimento difensivo e a noi sardi solo gli italiani–quelli non molto acuti e di facili costumi–possono farci davvero del male e costringerci a difenderci.
La storia parte da un italiano di facili costumi, ma la devo prendere da lontano.
La conoscete la barzelletta che finisce con “Virgola, signora maestra”?
Pierino vede un cavallo che pascola felice nel prato, durante la scampagnata fatta dalla classe nei campi attorno alla scuola.
Pierino chiede alla maestra: ” Signora maestra cosa è quella cosa lunga che pende sotto la pancia del cavallo?”
La maestra arroscisce e dice: “Quella è una virgola, Pierino.”
Faceva fresco e la classe è tornata in aula.
La maestra ha starnutito e Pierino, pronto:
“Virgola,signora maestra!”
A Jacopo Giliberto–no, non è un compositore di Bossa Nova–non piace il modo in cui i sardi inseriscono le virgole.
Jacopino scrive le sue opinioni per i capitalisti italiani, sapete, quelli che non investono per via dell’articolo 18.
http://www.ilsole24ore.com/art/impresa-e-territori/2014-09-23/la-sardegna-rinuncia-suo-metano-063812.shtml?uuid=AB4J8HwB
I lavoratori, meglio non pagarli, ma le ballerine della penna è meglio pagarle bene.
“«Si comunica l’improcedibilità della procedura in esame, disponendone, al contempo l’archiviazione», letterale virgole comprese.”
Al nostro Giliberto manca una virgola.
È vero che certe virgole sono retrattili, ma, insomma, non possono neppure sparire nel nulla, perdindirindina!
Ma quella che manca non è una virgola qualunque: “Il 9 settembre su carta intestata della Regione autonoma, sotto la scritta Assessoradu de sa defensa de s’ambiente, il servizio Sostenibilità ambientale e valutazione degli impatti (Savi) ha respinto la richiesta della Saras di scavare un pozzo alla ricerca di metano.”
La virgola che non si trova è una virgola–Signora maestra!–dell’assessoradu de sa defensa de s`ambiente.
Chissà quanto avrà riso il nostro Giliberto per questa denominazione in sardo dell’assessorato!
Questi sardi che perdono virgole, chiamano i loro assessorati in dialetto e mangiano formaggio con i vermi.
Sono proprio ridicoli.
Quello che non lo fa ridere–a pagamento–è il fatto che quella risposta, una risposta ai padroni milanesi di Giliberto, dice in poche parole, e con una virgola di meno, che i Moratti si possono dimenticare di andare a cercare metano nella campagne della realtà agricola che in Sardegna ha più successo.
Quella risposta dice ai Moratti che la Sardegna non si è fatta fottere dalle perline colorate e dalle sveglie offerte dagli italiani.
Ci penserà Fiorenzo Caterni a entrare nei dettagli tecnici.
La Sardegna è a fianco della comunità di Arborea, che dai Moratti ha tutto da perdere e niente da guadagnare.
Rimane il nostro buon Giliberto-a-pagamento.
Voglio dargli un consiglio.
Le virgole dei sardi non si smarriscono così facilmente, date le dimensioni.
E se provasse a cercare tra le chiappe dei Moratti?
A me quella virgola mancante sembra parte integrante della risposta dell’assessoradu a sa defensa de s’ambiente.

3 Comments to “Le virgole dei sardi e il progetto Eleonora, visti dai milanesi”

  1. Ddi deppu unu cumbidu!

  2. Bolit nai ca unu incras eus a biri trivellas stampendi in Sàrdara, Mòguru, Pabillonis, Gonnatramatza…

    http://www.regione.sardegna.it/documenti/1_73_20140917125123.pdf

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: