Se la Sardegna si spopola, la colpa è dei maschi sardi

pigliaruLeggetevi quest’intervista con l’assessore alla sanità,  Luigi Arru, concessa al giornale dei nazionalisti italiani di Sardegna (http://lanuovasardegna.gelocal.it/regione/2016/05/24/news/l-assessore-arru-natalita-e-popolazione-a-picco-la-sardegna-riparta-dai-migranti-1.13533064?ref=hfnsolbr-1).

“Per invertire la rotta (che porta allo spopolamento) ogni donna sarda in età fertile dovrebbe mettere al mondo almeno tre figli e iniziare a farlo subito. (…) Per questo, dice l’assessore regionale alla Sanità Luigi Arru, bisogna guardarsi intorno. E cogliere tutte le opportunità. Per esempio quella offerta dagli sbarchi di migranti: la maggior parte giovanissimi in cerca di riscatto nella nostra isola. E che nella nostra isola potrebbero decidere «di mettere radici e famiglia», dice Arru. Ma per questo è necessario creare occasioni di lavoro.”

Visto che la stragrande maggioranza dei profughi economici sono giovani maschi, di solito non in grado di partorire molti figli neanche loro, ne consegue che l’assessore si affida a loro non tanto per la loro fecondità, quanto per far aumentare la fertilità delle donne sarde.

Insomma, il problema dello spopolamento della Sardegna viene implicitamente attribuito alla scarsa virilità dei maschi sardi.

Infatti, l’assessore, invece di invitare i sardi a fare più figli, mettendoli in condizione di farli–dico, con la metà dei giovani disoccupati–si affida piuttosto ai rinomati paracarri degli immigrati.

Per loro sì che bisogna creare occasioni di lavoro!

Evidentemente non dubita della disponibilità delle giovani donne sarde.

Per i giovani sardi che continuano ad emigrare o per far rientrare le centinaia di  migliaia di sardi emigrati non ci sono proposte.

Ora, io emigrato e padre di tre figli emigrati non ho niente contro gli immigrati: ovviamente, sono un immigrato anche io.

Ma mi sembra curioso che una terra di emigrazione ininterrotta affidi il proprio futuro all’immigrazione

È chiaro che quello che i nostri governanti vogliono è una Sardegna priva di sardi, abitata da loro stessi e, per il resto, da gente talmente disperata da voler immigrare in una terra da cui i sardi stessi emigrano per disperazione.

Perché altrimenti la servitù, i nostri governanti, come se la procurerebbero?

 

Va aggiunto che l’idea di Arru è già stata avanzata dal presidente del consiglio regionale, Ganau.

Inevitabile pensare che i nostri governanti si preoccupino del personale di servizio che, tra una generazione, occorrerà ai loro figli.

Ce lo vedete il figlio di Arru o di Ganau pulirsi da solo la villa ricevuta in eredità?

7 Comments to “Se la Sardegna si spopola, la colpa è dei maschi sardi”

  1. Il solito discorso superficiale dei politici che,invece di spremersi le meningi per risolvere i problemi alla radice,cercano le vie piu’ semplici dando la colpa agli altri.E poi non e’ vero che siano solo gli uomini sardi svogliati nei confronti della paternita’ anche le donne sono parecchio restie.Ed il problema e’ prettamente economico.

  2. L’assessore Arru non e’, notoriamente, una cima, ma dubito che possa aver detto sciocchezze del genere attribuitegli. Che non sappia di demografia,,di economia, di scienze sociali non si puo’ fargliene una colpa. L’importante e’ che capisca di Sanita’. E’ li per questo.,

  3. Per l’Amore di Dio, Assessore, torni a casa!

    Lasci quella poltrona a chi è in grado!

    Solo a Londra si possono contare migliaia di maschi sardi fertili, dovuti scappare dall’isola perchè persone incompetenti gestiscono male la cosa pubblica ed hanno portato a questa situazione di profonda crisi economica…

    Vada via, perchè c’è bisogno di qualcuno che crei le condizioni economiche favorevoli alla elicitazione di posti di lavoro così che noi possiamo tornare a fare figli ed altri ancora non debbano scappare via….

    Anzi Assessore, venga via Lei e gli altri che dimostrano questo genere di incompetenza e sono presenti nei vari Enti politici e non della Sardegna e già questo sarebbe un primo passo….

    Antonello Sirigu

    Londra 26 maggio 2016

    https://www.linkedin.com/in/antonello-sirigu-8945b271?trk=nav_responsive_tab_profile

  4. Perche’ non crei posti di lavoro per i sardi, e li metti in condizione di potersi fomare loro una famiglia?

  5. Ma vai a farti una passeggiata contromano in autostrada a 180 all’ora ubriaco fradicio.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: