I sardi sono quasi morti e a denunciare il loro genocidio ci pensa il Consiglio d’Europa

pigliaru

Come sappiamo tutti, lo stato italiano, nemico eterno dei sardi, discrimina la nostra lingua.

A denunciarlo, tristemente, non è un’istituzione sarda, ma il Consiglio d’Europa: http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca/2016/06/24/gli_ispettori_di_bruxelles_lingua_sarda_discriminata_norme_non_ri-68-509174.html

Non potrebbe farlo Pigliaru, che è stato nominato dal PD, lui italiano, per fare gli interessi degli italiani.

Non potrebbe farlo l’assessora Firino, visto che non sa nemmeno di cosa stiamo parlando: sta per essere cacciata e nessuno noterà la differenza.

Non potrebbe denunciarlo Maninchedda che è lì per cercare di confonderci, chiamando “indipendenza” l’asservimento totale agli interessi italiani.

Il sardo si sta estinguendo e, con la lingua, i sardi stessi.

Tutte cose già dette.

Politicamente e culturalmente i sardi sono già in coma, come hanno dimostrato le elezioni comunali.

Dal loro stato di incoscienza e vita vegetativa, ovviamente, i sardi non potrebbero denunciare il proprio genocidio culturale.

Ci pensa il Consiglio d’Europa al loro posto.

P.S. Sto esagerando?

Ieri c’erano 25.000 persone al Gay Pride.

Ce li vedete altrettanti sardi andare a una sfilata del Sardinian Pride? (http://www.sardiniapost.it/cronaca/cagliari-arcobaleno-venticinquemila-in-piazza-per-il-sardegna-pride/)

Cioe’, ce li vedete manifestare in migliaia per il loro diritto a essere gioiosamente sardi?

Per il diritto a parlare in sardo dove, come e quando ne hanno voglia?

Per il diritto a sentire il sardo in televisone e usarlo a scuola?

Ecco, appunto.

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: